BMW Motorrad, team interno e genio italico.

BMW Motorrad, team interno e genio italico.

Prendendo spunto da quanto scritto da Paolo Gozzi sulle pagine della Gazzetta dello Sport nei giorni scorsi, oggi punto il dito... anzi il gesso su BMW, che nel mondiale WSBK 2011 è certamente una delle delusioni più grandi sino a questo punto. Paolo, sempre ben informato ed attento alle evoluzioni della categoria riservata alle "derivate di serie", ha scritto di un forte interessamento di Monaco nei confronti di Biaggi e di Checa per il team che prenderà il via nel 2012. La cosa potrebbe avere più che un piccolo fondo di verità, se si considera che i risultati di questa terzo anno di attività sono poco più che discreti.

Un discreto che significa il nulla più totale se ti chiami BMW, se investi piogge di milioni di euro sulla categoria e corri utilizzando una moto che, volendo, di potenziale ne avrebbe se solo ci fosse qualcuno capace di metterlo in pista.

Perché quello che è successo ieri (Badovini davanti agli ufficiali in Gara-1, in foto...) è un po' la conferma di quanto visto anche a Monza, ovvero che lavorando con un pizzico di fantasia, oltre che con la logica e la razionalità (elementi, gli ultimi due, che non dovrebbero di certo mancare in BMW...) è possibile ottenere risultati eccezionali. A dimostrarlo è stato il team BMW Motorrad Italia, magistralmente diretto da Serafino Foti e Andrea Buzzoni (Direttore del brand motociclistico in Italia), che con "il poco" passato da Monaco ha fatto vedere cose eccezionali dopo un inizio di stagione passato a prendere le misure con il nuovo veicolo.

Un veicolo che in comune con l’ufficiale ha il motore (ma in versione clienti), la famigerata elettronica di derivazione F1 (Corser e Haslam sembra richiedano a gran voce la Marelli utilizzata da tutti) e poco altro: giusto per intenderci, facciamo notare che il forcellone utilizzato da Badovini e Toseland, nonostante il regolamento consenta di modificare questo elemento, è esattamente quello utilizzato dalle S1000RR di serie presenti in concessionaria.

Per il resto c'è il lavoro di un team "speciale", la manetta indiscutibile di Ayrton ed il genio del capotecnico Dino Acocella, il quale ha accettato la sfida della WSBK dopo aver fornito al "secchione" una BMW da 9 vittorie su 10 nella scorsa stagione dell'ex campionato del Mondo Superstock, oggi FIM 1000 Stock Cup. Un team vincente, dal quale l'ufficiale in cui corrono Corser e Haslam ha molto da imparare, in particolar modo per umiltà manageriale e capacità di sfruttare al massimo quanto disponibile. Una capacità che "qualcuno" aveva cercato di implementare anche nella struttura tedesca ma purtroppo senza riuscire a convincere chi "la baracca" la comanda davvero e sta mettendo in fila un errore dietro l'altro.

Un vero peccato, un po' perché BMW sta macchiando di insuccessi immeritati una moto che invece dimostra di avere un potenziale esagerato nelle mani giuste (a dimostrarlo è, appunto, il team BMW Italia), ed un po' perché Haslam ed il suo coraggio meritano davvero qualcosa in più in termini di pacchetto tecnico e di considerazione da parte di chi comanda davvero.

Di una cosa, comunque, siamo certi: nel caso in cui Biaggi e Checa arrivino alla corte di Monaco, sempre che il primo riesca a portare con sé "mezza Aprilia" ed il secondo non provi un certo interesse nel battezzare il progetto Ducati Extreme dopo aver trovato nella 1198 e nel team Althea due compagni perfetti, cambieranno poche cose. In BMW, più che di piloti, c'è bisogno di qualcuno che di corse e di organizzazione di un team "da Mondiale" ne capisce davvero. Uno come Tardozzi, insomma.

Whoooops.

comments powered by Disqus

Altri commenti

tommy636

Ben detto, già l'avevano...pollastri i risutalti si erano infatti visti subito..

Inserito: 01 giugno 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Notizie al vetriolo


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

MotoCorse e Pompone: Last Minute a Rijeka Mercoledì 15/6! (AGGIORNATO!)

MotoCorse e Pompone: Last Minute a Rijeka Mercoledì 15/6! (AGGIORNATO!)
in Giornate pista e corsi di guida

SBK Miller, Ducati Althea: doppietta e giro veloce!

SBK Miller, Ducati Althea: doppietta e giro veloce!
in Superbike

La pagella del Miller Park

La pagella del Miller Park
in Superbike

BMW G 650 GS: La tedesca per tutte le tasche

BMW G 650 GS: La tedesca per tutte le tasche
in Prove moto